Un'altro larice di Maurizio

Questo nuovo articolo tratta di un larice che Maurizio coltivava da diversi anni. Nel 2016 ho pensato di ritirarlo io dal fratello di Mauri, il quale ha avuto il merito di accudirlo in questi ultimi anni

 

Febbraio 2000 Questa è la prima immagine che Maurizio ha fatto di questo pre-bonsai di larice. Nessuno di noi soci è in grado di conoscerne la provenienza, se colta in natura o acquistata in qualche centro bonsai, è sicuramente un discreto materiale malgrado alcuni difetti, la scarsa conicità e una strozzatura piuttosto fastidiosa alla base. Dopo aver capitozzato la pianta utilizzando un ramo laterale si è sostituito l'apice. Questa immagine è stata scattata su quello che oggi è il retro del bonsai.

 

Febbraio 2007 Sono passati sette anni, bel cambiamento vero?? Non ho trovato altre foto che potesse illustrarci i progressi fatti. Il fronte è stato cambiato rispetto al 2000. Come dicevo il difetto che ho sempre notato in questo bonsai è il tronco che nella parte bassa presenta una leggera strozzatura. Credo che con il passare degli anni e con qualche piccolo trucco il difetto sparirà e la conicità migliorerà parecchio.

 

Estate 2008 foto scattata in occasione di qualche mostra, credo quella di Rezzato. Si cominciano a vedere i palchi ben impostati e folti.

 

2010 durante la mostra che ogni anno facciamo a Gazzaniga. Sempre più matura e sana, sicuramente i 600 mt di quota dove Maurizio abita agevolano la crescita di larici e faggi. Ho notato che è stato cambiato il vaso, quindi in primavera, la pianta sarà stata rinvasata.

 

2015 Purtroppo Maurizio non è più tra noi dal 2012, quindi siamo noi soci ad accudire alle potature e ai rinvasi dei bonsai che sono rimasti al fratello Virgilio, che comunque li accudisce e bagna con cura. In questo scatto siamo ai primi di marzo e con l'aiuto dell' amico Claudio abbiamo rinvasato 3 bonsai, un acero e due larici, un larice è quello che si intravede a sinistra della foto. Prossimamente farò un'altro articolo perchè ha una lunga storia e ha avuto diversi proprietari.

 

Qui vediamo il pane radicale, pulito e ridotto, pronto per la messa in vaso.

 

Anche sotto la zolla abbiamo fatto una bella pulizia e potatura. Guardate che meraviglia, anni e anni di rinvasi portano a questo risultato, pane radicale ordinato e compatto.

 

La fase finale del rinvaso dove con le bacchette di legno riempiamo i vuoti tra le radici per evitare brutte sorprese.

 

 

Fine febbraio 2016 come dicevo ho acquistato da Virgilio questo bonsai, bonsai dal potenziale notevole, infatti parliamo di un albero di   58 cm. di altezza e un diametro di 11 cm. ora non mi rimane che fare filo e potatura, concimarlo e bagnarlo nel migliore dei modi.

 

 

Febbraio 2017 non male vero? Penso di aver fatto un buon lavoro, in un anno ha già fatto un bel salto di qualità. Non mi convince molto il primo ramo sul fronte, dovrò ridurlo ai minimi termini o addirittura eliminarlo, non l'ho ancora fatto perchè non è detto che in futuro faccia un cambiamento di fronte. La strozzatura alla base sta migliorando....come? Con il sistema di non ricordo quale Maestro giapponese, cioè picchiettando ogni tanto senza esagerare con un martelletto la zona vuota, così facendo si causano piccoli traumi. Conseguenza? Si causa un leggero gonfiore come avviene in natura, piccole frane, slavine gli animali stessi creano traumi, traumi che appunto creano gonfiori, cicatrici. Passeggiare in montagna e osservare la natura è una cosa di grande aiuto per chi ama i bonsai, non c'è maestro migliore.

 

Personalmente non mi dispiace nemmeno visto da questa angolazione, qui il primo ramo a destra da meno fastidio alla  visuale, con le dovute sistemazioni non mi sembra male. Anche da quello che è sempre stato il retro vedo delle buone potenzialità per un nuovo fronte, il bello dei bonsai è che c'è sempre la possibilità di modificare fronte, angolazione, alzare o abbassare rami, cambiare apice, mille possibilità, sbizzarrendosi, ma sempre mantenendo una sorta di logica e di armonia.

Per ora è tutto, vi saluto e...buon lavoro.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 18 Gennaio 2018 21:25)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna