Rinvaso di un acero durante una lezione

 

Volevo mostrarvi alcune fasi del rinvaso fatto in primavera di questo splendido esemplare di acero palmatum che coltivo dal 2000, 15 anni di belle soddisfazioni. Il rinvaso si è svolto durante una lezione che mensilmente facciamo presso la casa del Maestro Tanaka.

 

Ecco la prima fase di lavoro, toglierlo dal vaso di coltivazione a volte risulta complicato perchè se la pianta lavora bene il pane radicale riempie totalmente il vaso di radici.

 

Si toglie la terra con delicatezza utilizzando i bastoncini, fase molto importante per ottenere un ottimo nebari togliendo tutta la terra, facendo in modo di poter allineare bene tutte le radici.

 

Si eliminano tutte le radici cresciute sul fondo del vaso poichè non servono ad una corretta crescita dei rami, mi spiego, radici troppo allungate portano a cacciate lunghe e nebari non ben formati.

 

Si da un ultima potata, guardate che meraviglia il nebari!!! Anni di coltivazione portano sempre ad ottimi risultati, logicamente coltivazione accurata e paziente, perchè bonsai è pazienza. Anche il rinvaso va fatto con la massima cura e pazienza, vi assicuro che i risultati non tarderanno a venire.

 

Dopo aver posizionato le retine sui fori di scolo e posizionato il filo per il fissaggio del bonsai al vaso, si mette la terra incominciando dalla granulometria più grossa, con cura...e che cura usa il Maestro!!

 

Posizionato e fissato al vaso tramite il filo di alluminio, alluminio non rame mi raccomando perchè il rame risulta tossico per le radici dei nostri amici bonsai. Che nebari!! Ad ogni rinvaso godo nel guardarlo. Come dicevo questo esemplare fà parte della mia collezione da 12 anni, ma il maestro partì da seme 30 anni fà!! Che mago!! State certi che in Italia, pardon, in tutta Europa non c'è coltivatore in grado di ottenere questi risultati (mi sgriderà per aver fatto questa affermazione, ma è pura verità) Solo durante il viaggio in Giappone abbiamo potuto ammirare esemplari simili, con nebari simili. Non c'è niente da fare, come coltivatori sono inimitabili, sono bonsaisti, artisti, maestri di un'altra cattegoria.

 

Ultimi ritocchi prima di mettere del muschio o sfagno. Non resta che bagnarla abbondantemente e...

 

...dare un ultimo ritocco, la potatura finale, dove occorre.

 

Ciao Claudio.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 20 Marzo 2015 21:57)

 

Commenti  

 
0 #1 intra gianpaolo 2015-01-09 20:26
mi sembra molto professionale e poco amatoriale
Citazione
 
 
+2 #2 il potatore 2015-01-20 16:04
Lectio Magistralis complimenti!!! :-x :-x
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna